Johnson e Larranaga in odore di taglio

Alla roulette del mercato, come si direbbe nei casinò, «les jeux sont faits» perché è scoccata l’ora della chiusura delle trattative per i trasferimenti di giocatori già tesserati in Legadue. Ieri mattina, alle 11, infatti, è calato il sipario per la stagione 2007/08 sugli scambi nell’ambito della stessa serie. Così, come spesso accade in questi casi, gli ultimi giri di lancette sono stati caratterizzati da febbrili colloqui tra giemme e procuratori, all’opera per trovare il cosiddetto accordo dell’ultima ora. Caserta ancora una volta, dopo aver recitato un ruolo di primo piano in estate, è stata tra le protagoniste, mettendo a segno uno dei colpi più importanti di questa fase. Il giemme Betti è riuscito, infatti, a vestire di bianconero David Brkic, quel lungo atletico e veloce necessario a dare equilibrio al reparto sotto canestro della compagine allenata da Fabrizio Frates. Un’altra preziosa tripla l’ha realizzata Pavia che ha battuto al fotofinish l’agguerrita concorrenza di Casale Monferrato, piazzando nell’area colorata Simone Bagnoli, un gradito ritorno per coach Sacco dopo la parentesi dello scorso campionato. Gli altri scambi conclusi prima che dello stop hanno visto Pavia tesserare Mats Levin, rilasciato da Novara. Sempre i pavesi hanno poi dato il via libera a Guido Meini, accasatosi a Veroli, e a Daniel Cioffi, accordatosi con Rimini che aveva invano inseguito i casertani Ghiacci e Tutt. Dopo otto partite è finita l’avventura in terra sarda per Massimo Guerra, l’anno scorso protagonista con la società del presidente Caputo. Una doccia gelata, invece, l’ha avuta Cristiano Grappasonni che in settimana aveva rescisso con Caserta per poi firmare un nuovo accordo con Pavia. Il contratto con i lombardi, tuttavia, non si è potuto siglare giacché per il lungo ex Pepsi si trattava della seconda rescissione nel corso della stessa stagione, dopo quella con Sassari. In realtà, tuttavia, Grappasonni aveva risolto con il Banco Sardegna il 30 luglio scorso senza mai neanche allenarsi con i sardi, pertanto quest’anno non ha giocato in due società ma solo con la Juve. Ma la rigidità dei regolamenti non ha consentito al buon senso di prevalere e così Grappasonni si ritrova senza squadra. L’ex Juvecaserta dovrebbe trovare un ingaggio in Lega A o in B d’Eccellenza dove almeno un paio di società avrebbero già drizzato le antenne per assicurarselo (in prima fila ci sarebbero Brindisi e Ferentino). Dopo l’ingaggio di David Brkic la Pepsi non si ferma e continua a dragare il mercato italiano e non solo. Infatti nei prossimi giorni sarà ufficializzato l’accordo con la guardia portoricana Guillermo Diaz e il conseguente taglio di Arthur Johnson. L’addio al pivot americano, tuttavia, determinerà la necessità di piazzare un centro a presidio dei tabelloni e, oltre alla pista Cittadini, il giemme Pier Francesco Betti starebbe vagliando anche altre soluzioni. Una di queste comporterebbe l’addio a James Larranaga per fare spazio a un lungo comunitario. Per questa ragione il general manager sta scrutando l’orizzonte, valutando le opportunità in giro per l’Europa e in particolare in Spagna, Francia e Germania. Conclusi i passaggi tra squadre dello stesso campionato, le trattative proseguono così fino al 31 marzo per gli atleti militanti in Lega A, il 28 marzo scadono i tesseramenti di giocatori delle società di B mentre il 25 aprile di quelli provenienti da altre federazioni. Dopo il doppio allenamento di ieri, infine, per i bianconeri ci saranno tre giorni di pausa. Con il campionato di Legadue fermo per la disputa delle Final Four di Ferrara, infatti, la Pepsi si concederà un weekend di riposo per poi tornare in palestra martedì.

Fonte: SALVATORE CAVALLO – Il Mattino del 01.03..2008 – www.ilmattino.it

Oggi l’arrivo di Guillermo Diaz Sfuma la venuta di Cittadini

Diaz, sì; Cittadini, no. Si possono sintetizzare così gli ultimi eventi registrati all’ombra del Palamaggiò dove oggi riprenderanno gli allenamenti dopo la pausa per la Final Four di coppa di Legadue. La guardia portoricana ha toccato il suolo italiano e oggi sarà a disposizione innanzitutto dello staff medico per le visite di rito, propedeutiche all’ingaggio e all’ufficializzazione del suo ingresso nel roster della Pepsi. Se tutto …segue

Gatto, sette vittorie per l’aggancio